mercoledì 28 agosto 2013

England, here we come.

Eccoci, eccomi.
Ero pronta per raccontare qualcosa del mio viaggio in Inghilterra ma, pensandoci, credo davvero che oggi non ci sarà spazio per alcuna ricetta perché, si, voglio fare le cose davvero bene.
Così vi scrivo dalla mia cucina: computer sul tavolo, grembiule indosso perché in forno c'è una torta e nel frigo un "futuro" arrosto che sta marinando e trovo davvero poetico raccontarvi di questo viaggio mentre un favoloso profumino si diffonde nella stanza.
Quindi, partiamo dall'inizio.


Partiamo dalla prima foto, scattata dall'areo, non un grande scatto a dir la verità, dettato più dall'agitazione e dalla trepidazione del momento.
In realtà, pensarci ora non è facilissimo ma, concentrandomi un momento, posso risentire la stessa sensazione e, credo che chiunque abbia viaggiato da solo nella propria vita, possa capirmi.
Per arrivare fino all'aeroporto di Bristol (che, diciamocelo, non è esattamente London Heathrow) ho dovuto cambiare ad Amsterdam, affrontando così due viaggi aerei nello stesso giorno.
Però, mica male per una che non si era mai occupata di mezzo viaggio prima d'ora!
Sull'areo da Amsterdam a Bristol ho avuto il piacere di conoscere una simpaticissima ragazza svizzera dalla parlata veloce e spigliata che mi ha dato il primo assaggio di cosa vuol dire dover parlare in inglese per farsi capire.
Il viaggio dall'aeroporto di Bristol fino alla mia casetta a Shirehampton (un piccolo quartiere di periferia) l'ho trascorso con occhi sognanti, cercando di fare un fermo immagine di ogni cosa che vedevo, ma anche parlando con un adorabile tassista che mi ha fatto un vero e proprio interrogatorio sulla mia vita.
Credo di poter dire che la mia esperienza sia iniziata proprio nel momento in cui ho suonato il campanello di quella casa stretta e lunga, appiccicata a una serie di edifici esattamente uguali.
Da questo momento in poi inizia tutto: la conoscenza della famiglia, una meravigliosa e tipica (in senso buono!) famiglia inglese che mi ha accolto davvero a braccia aperte; la conoscenza della mia compagna di stanza, Laura, ventiduenne spagnola con pochi aggettivi che potrebbero descriverla perché in questo caso dire "divertente" o "simpatica" è dire poco.
Da quel momento tutte le giornate sono fuggite veloci, tra nuove conoscenze, ispezioni della città sotto una pioggia scrosciante e risate con persone conosciute un giorno prima.


Non starò qui a dirvi quanto mi sia piaciuta Bristol, anche perché, da quanto ho potuto vedere, ogni cittadina inglese ha le sue particolarità ed è speciale a modo suo (almeno dal punto di vista di un italiano) ma io ne sono rimasta davvero colpita.
Sarà stato merito del fiume che attraversava la città e che è stato compagno di lunghe passeggiate, sarà stato merito della strada che ogni giorno percorrevo per arrivare fino a scuola oppure dello spettacolo visto al "Festival dei Balloon" dove più di 50 mongolfiere si sono alzate insieme nel cielo.

Una mongolfiera che riproduceva quella vista in "Up"
Di certo una gran parte del merito va alle persone: al gruppo italo-spagnolo (ma molto più spagnolo che italo) che mi ha accompagnata per tutte queste due settimane, dai giri di shopping fino al classico mercoledì al Syndicate (trattasi della più grossa discoteca di Bristol) dove lo student party aveva finito per essere un'istituzione.
Oltre a Bristol, ho avuto il piacere di visitare anche Oxford e Cardiff, capitale del Wales, che mi hanno affascinato entrambe, anche se in modi diversi.

Oxford

Passeggiando per le vie di Oxford sembra davvero di essere catapultati in un romanzo di Jane Austen: casette bianche ricoperte di edera si alternano a college universitari di tutti i tipi.
Anche se non è proprio un Orgoglio e Pregiudizio anche Harry Potter fa la sua parte in questa città: visitando il college principale potrete camminare nella famosa sala da pranzo del giovane maghetto e comprare centinaia di cianfrusaglie a lui ispirate.
La musica cambia parlando di Cardiff che mi ha veramente affascinato.
Anche se parliamo del Galles, in questa città si respira comunque l'aria di una capitale che però non perde quel tipico fascino british che caratterizza anche il più piccolo villaggio di periferia.

Visuale del castello di Cardiff
Un consiglio: se passate da queste parti, una gita a Cardiff è d'obbligo, vi assicuro che non vi deluderà!
Che dire, sicuramente avrete intuito il mio entusiasmo per tutto ciò che riguarda l'Inghilterra e devo davvero trattenermi per non realizzare un post lunghissimo su queste due settimane.
Come sempre, se qualcuno di voi dovesse capitare dalle parti di Bristol e volesse avere qualche informazione in più su dove mangiare, cosa vedere e cosa fare non si faccia problemi a scrivermi, sarò più che felice di ricordare questi luoghi,
Ora scappo perché la mia torta è pronta e perché la nostalgia mi sta raggiungendo veloce, ottimo motivo per lasciarvi con una foto della passeggiata sul fiume di Bristol, uno dei luoghi che mi mancheranno di più.



Spero di avervi passato almeno un po' di questa magia.
Un bacio,
Valerie :)

26 commenti:

  1. Ma che bello! Adoro Jane Austen e tutto quello che è British e le tue foto mi hanno fatto camminare con te.
    E mi hai anche fatto venire fame con la torta e l'arrosto!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna, anche a me piace molto Jane Austen e passeggiare per la sua città natale così simile ai paesaggi dei suoi libri è stato stupendo..
      Presto la torta e l'arrosto arriveranno qui sul blog :))
      Un bacio!

      Elimina
  2. Non so dirti quale delle foto è più bella.. perchè sono tutte splendide. Chissà che bel viaggio è stato.. pieno di emozioni e di cose che resteranno dentro al cuore. Ce l'hai passato eccome, tutto questo trasporto :) Grazie! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ely, è stato davvero un viaggio meraviglioso e sono felice di averlo condiviso con voi :)
      Un bacio :)

      Elimina
  3. Ciao Valeria, grazie mille per questo bellissimo post (che ho letto veramente con interesse) e per aver condiviso queste splendide foto...davvero bellissime..non sono mai stata in Inghilterra ma mi piacerebbe moltissimo visitarla:) sicuramente dev'essere stata per te una bellissima esperienza!!!
    un bacione!!!
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, grazie per aver dedicato un po' di tempo a questo post! :)
      Se non sei mai andata in Inghilterra, davvero, devi farci un viaggio! Il tempo non è dei migliori, è vero, ma i paesaggi sono unici :)
      Un bacio!

      Elimina
  4. Ci hai passato la sua magia...eccome! :)
    Bellissimi scatti..anche quello delle nuvole. Spettacolare!
    Un grande abbraccio e buona giornata....aspettiamo la prossima ricettina, eh! ;) <3
    Incoronata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono davvero felice Incoronata :)
      Presto torneremo alle ricette, un bacio :)

      Elimina
  5. Ma quella mongolfiera è bellissimaaaa... io LA VOGLIO!!!!
    Ti linko l'indirizzo dei nostri video youtube sul nostro viaggio in Giappone (dato che mi avevi chiesto di tenerti aggiornata in merito)
    http://www.youtube.com/channel/UC-nNfD7Dn40oMsNfz8YrmUw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so Simona, è quella che mi ha colpito di più!
      Grazie mille, li guarderò molto volentieri :)
      Un bacio!

      Elimina
  6. Grazie Vale x questa condivisione..è stato bello viaggiare con te insieme alle tue + sincere emozioni!
    Aspetto anche la fetta di torta... :-P
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te consu per aver letto questo post :)
      Presto arriverà anche la torta, un bacio :)

      Elimina
  7. Oh-mio-dio! UP???? che meraviglia quella mongolfieraaaaaaaaaa!
    ;D Val

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so, ha lasciato a bocca aperta anche me :)

      Elimina
  8. Eccomi qui da te Valeria!!
    Complimenti per il viaggio e per le splendide foto ... e grazie mille per averle condivise con tutte noi!!
    Un abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata Carmen :)
      Un bacio e buon fine settimana anche a te :)

      Elimina
  9. Bellissimi scatti..bel racconto!Ti segurò volentieri:)
    Anna

    RispondiElimina
  10. Deve essere stata una fantastica esperienza!!!
    Bellissime le foto e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è stata davvero Mila :)
      Grazie, un bacio!

      Elimina
  11. che meraviglia deve essere stato un viaggio emozionante .Baci cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "emozionante" è la parola adatta!
      Un bacio :)

      Elimina
  12. io posso dire solo I LOVE ENGLAND!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Valeria, eccomi da te per ringraziarti di essere passata dal mio blog e per unirmi ai tuoi lettori fissi. Spero tanto che anch'io un giorno partirò per visitare Inghilterra e sentirmi un po' britisch, molto belle le foto, complimenti per tutto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermi fatto visita Emily :)
      Ti auguro davvero di fare un viaggio in Inghilterra, è una terra meravigliosa!
      Un bacio :)

      Elimina

Lasciate un commento, mi fa piacere sapere la vostra opinione :)