lunedì 19 gennaio 2015

Quaglia farcita di verdurine con crema di cavolo romano e quiche di porri di Cervere.

Buon inizio settimana a tutti cari lettori!
Mentre la maggior parte delle persone ha da poco ripreso il trantran quotidiano,io mi trovo nell'atipica situazione di essere in vacanza!
Il ristorante presso cui lavoro starà chiuso per ferie una decina di giorni ed io posso passare un po' di tempo a casa, con la mia famiglia.
A partire dal classico pranzo domenicale, da passare tutti insieme.
L'ultimo giorno della settimana è sempre un giorno un po' speciale quando si lavora in un ristorante e le cose da fare non mancano mai.
Ieri invece, dopo essermi svegliata con tutta calma, ho potuto trascorrere del tempo con la mia famiglia, a partire da un piacevole pranzo.
Niente di speciale o troppo complicato, mi sono messa ai fornelli giusto un'ora prima di mangiare.
No tranquilli, non ho perso la voglia di creare e sperimentare, semplicemente sono tornata giusto due giorni fa dalla mia mini-vacanza, il mio riposo dopo il periodo di lavoro sotto le feste.
La meta era duplice: Trieste e Lubiana (capitale della Slovenia) da vedere in cinque giorni.
Se a qualcuno potrà sembrare strana la mia scelta, tutti quelli che conoscono almeno un minimo queste due meravigliose città non potranno che comprendermi.
Era un viaggio che sognavo di fare da anni, da quando, su un giornale, vidi delle immagini delle vie di Lubiana, una città così romantica, impossibile da descrivere.
E che dire di Piazza Unità d'Italia a Trieste? Così imperiale da togliere il respiro, mentre il tuo sguardo si divide tra i maestosi palazzi e il mare che si apre subito davanti.


Impossibile dire quale mi sia piaciuta di più.. sono due città talmente diverse che non puoi che amarle entrambe.
Trieste, sfuggevole e riservata, Lubiana, romantica e facile da scoprire grazie al fiume che scorre lungo tutta la parte antica della città.


Sicuramente non finirò qui di parlarvene, ho tante foto che hanno voglia di essere postate su queste pagine e tanti aneddoti e ristorantini da consigliare. Voi, ovviamente, per qualsiasi curiosità non esitate a chiedermi!
Abbandoniamo momentaneamente questi magnifici luoghi per dedicarci al piatto di oggi che ho preparato poco prima di partire: una stupenda quaglia che ho diviso in quarti e di cui, poi, ho farcito le cosce. Il tutto accompagnato da una crema di broccolo romano, ottimo in questa stagione, e una mini quiche di porri di Cervere che sono una delizia unica!

Quaglia farcita di verdurine con crema di cavolo romano e quiche di porri di Cervere.



Ingredienti per 4 persone:

4 quaglie
1 carota
1 costa di sedano
1 cavolo romano
1 porro di Cervere
2 uova
4 cucchiai di panna liquida
1 cucchiaio abbondante di parmigiano grattugiato
1 pasta sfoglia rettangolare 
sale q.b.
pepe q.b.
mezza cipolla bianca



Per prima cosa dedicatevi alla crema di cavolo romano: pulitelo e tagliatelo in pezzi di medie dimensioni.
Affettate finemente mezza cipolla bianca e mettetela a soffriggere in due cucchiai d'olio dentro una casseruola. Aggiungete il cavolo romano e, dopo circa 2 minuti, coprite con acqua a filo (potete anche utilizzare un brodo vegetale se l'avete).
Quando l'acqua arriverà a bollore salate, pepate e portate a termine la cottura.
Con l'aiuto di un minipimer ad immersione frullate il tutto ottenendo una crema liscia, se volete potete aggiungere un cucchiaio di panna liquida per renderla più vellutata e morbida in bocca.
Mettete da parte.
Pulite ora le quaglie: stando attenti a non rovinarle (sono molto fragili, utilizzate, se l'avete. un piccolo coltello da disosso) dividete il petto dalle cosce ottenendo due di ogni parte ( quindi due petti e due cosce).
Dalle cosce eliminate il femore, sempre facendo molta attenzione (noterete che verrà via con estrema facilità),
Preparate un trito di cipolla e sedano: visto che dovrete ottenere un ripieno molto fine potete aiutarvi con un mixer, Salatelo, unite un filo d'olio, mescolate bene e farcite le vostre coscette: attenti a non riempirle troppo, essendo molto piccole ci sarà posto solo per mezzo cucchiaino di ripieno.
Con l'aiuto di uno spago da cucina legatele a mò di cosciotto in modo che il ripieno non possa fuoriuscire in cottura.
Ponete la carne in frigo fino al momento della cottura.
Affettate sottilmente il porro di Cervere avendo cura di togliere gli strati esterni più coriacei e saltatelo in padella con un filo d'olio fino a che non sarà morbido.
Sbattete poi 2 uova, unite la panna, il parmigiano e sale quanto basta.
Predisponete 4 stampini rotondi (io ho usato quelli da budino non avendo quelli da crostatina, l'importante è che la porzione non risulti troppo abbondante) e "foderateli" di carta forno.
Ottenete dalla pasta sfoglia dei cerchi di diametro un po' grande rispetto allo stampino e metteteli in quest'ultimo schiacciandolo un po' sui bordi in modo che aderisca bene alla carta forno.
Bucherellate la pasta sfoglia e riempitela con un po' di porri spadellati, coprite con il composto di uova ed infornate a 170 gradi ventilato per 10 minuti, sfornatele e, se necessario, giratele al contrario e passatele ancora 2 minuti in forno (in modo che la parte inferiore della quiche non risulti molle).
Predisponete in una padella un po' d'olio, senza esagerare, e , non appena sarà ben caldo, cuocete le quaglie. Per i petti basteranno pochi minuti, ricordatevi che è una carne che non va cotta troppo a lungo.
Per le cosce ci vorrà qualche minuto di più ma anche qui si tratta di una cottura veloce.
Quando la carne risulterà di un bel colore bruno, spegnete il fuoco e.. preparatevi ad impiattare!
Disponete la quaglia al centro del piatto, da un lato ponete la crema di cavolo romano e subito accanto la quiche!
Questo piatto, con i suoi bei colori, si presta ad essere impiattato in molti modi, specialmente a seconda dei piatti di cui disponete quindi... non vi resta che sbizzarrirvi!



Un bacio e buon inizio di settimana!:)

Valerie :)


19 commenti:

  1. Lubiana.. la conosco molto bene.. Conoscola Slovenia perchè spesso sono andata a Bled.. dove altro che luogo romantico.. di più!!!! un lago.. un castello.. che meraviglia.. ma anche la capitale slovena è magnifica.. ed essendoci stata sotto Natale .. ammirai i meravigliosi mercatini di natale... vabbè..passiamo alla tua ricetta.. adoro le quaglie... mi sembrano piccoli polletti dal gusto delicato.. ottima la tua ricetta... bacioni e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  2. Il piatto è delizioso, e le foto stupende... Mi piacerebbe scappare per un fine settimana, non conosco questi posti incantevoli. Bacioni

    RispondiElimina
  3. Le tue foto mi rivelano un posto che non conosco ma che mi affascina! Mi piace poter scoprire nuove possibili mete mentre apprezzo una ricetto, grazie!!
    Passando alla ricetta, devo dire che la trovo equilibrata e armonica e molto invitante!!
    a presto, Clara

    RispondiElimina
  4. Che posti meravigliosi! A Trieste sono stata da piccola e non riesco proprio a ricordarmela, spero di tornarci un giorno! Il piatto sembra davvero delizioso!! Un abbraccio e felice serata :)

    RispondiElimina
  5. Sicuramente i tuoi familiari non saranno dispiaciuti ad averti a casa..soprattutto se li delizi con questi piatti ^_^
    Goditi questi giorni di relax e buona settimana <3

    RispondiElimina
  6. Sono stata a Trieste una volta e mi ricordo di quanto è bella. Invece non conosco Lubiana ma mi hanno detto che è altrettanto stupenda. Fai bene a riposarti e coccolarti un po' con i tuoi familiari.

    RispondiElimina
  7. Pensa che neppure io sono mai stata a Trieste e lubiana, ma me ne hanno raccontato la magia. Il tuo piatto è incantevole e la tua famiglia sarà stata felicissima di averti a casa a preparare simili prelibatezze.
    Un abbraccio Vale, sei sempre bravissima.

    RispondiElimina
  8. Non sono mai stata in queste bellissime città, sono sicuramente splendide, le foto parlano da sole, mi hai fatto venire davvero voglia di partire:)).
    Complimenti per questo originale piatto, sicuramente gustosissimo:))
    un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  9. Ciao grazie per essere passata da me,ti faccio i complimenti immediatamente,hai un blog raffinato,luminoso mi è piaciuto molto.
    Trovo anche un post con scatti dai luoghi Romantici e una ricetta saporita e raffinata,complimentissimi.
    mi unisco con simpatia ai tuoi lettori,buona settimana
    Z&C

    RispondiElimina
  10. Grazie per aver condiviso queste foto e buone vacanze!
    Ciao
    Tiziana

    RispondiElimina
  11. Ciao Valerie! Mi hai incuriosita con le tue foto, non vedo l'ora di sapere di più! Intanto mi gusto queste quagliette deliziose! Un bacione!

    RispondiElimina
  12. I posti devono essere meravigliosi.
    Da tempo che non mangio le quaglie, la tua ricetta è molto gustosa.

    RispondiElimina
  13. Un luogo incantato e un piatto da re!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Grazie Valeria per questo bellissimo post e per le magnifiche foto! Sono 4 giorni in ferie e proprio oggi ho visitato Trieste, che splendida città! Tappa a Gorizia e domani andiamo a Lubiana..... Mi hai ancora più incuriosita.... Ti abbraccio... e ottime le quaglie così cucinate, prendo nota!

    RispondiElimina
  15. Splendida ricetta Valeria! Purtroppo non sono mai stata a Trieste ma visiterò sicuramente! Complimenti per le foto! Un salutone :)

    RispondiElimina
  16. Proprio un piatto tres chic! Un bacio

    RispondiElimina
  17. che bel viaggetto che hai fatto, non conosco nessuna delle due città di cui hai parlato, ma mi piacerebbe molto scoprirle!
    Deliziosa questa quaglia, bravissima!

    RispondiElimina
  18. Come and see how THOUSAND of individuals like YOU are working for a LIVING online and are living their dreams TODAY.
    GET FREE ACCESS INSTANLY

    RispondiElimina
  19. SwagBucks is the best work from home website.

    RispondiElimina

Lasciate un commento, mi fa piacere sapere la vostra opinione :)